giovedì 10 febbraio 2011

Tu non hai affatto capito

Tu non hai affatto capito,
mia coscienza esigente, che è solo per debolezza
se adesso ho bisticciato con te.
E non hai affatto capito,
quando con disprezzo ti sei vendicata,
che causa di debolezza
non impudenza fu - stanchezza.
E non mi hai capito,
e forse io non ho capito te,
quando ti ho porto la mano
e tu non mi hai porto la tua.
Ma molto bene hai capito
che è la disperazione a portarci
alla perdita del confine, fatale,
tra le forze del bene e del male...

(Evgenij Evtusenko)

2 commenti:

  1. ho preso le sue poesie d'amore.
    Mi piace il fatto che descriva l'amore senza lirismo...non che non mi piaccia il lirismo in poesia anzi è il sangue della poesia il lirismo.
    Lui probabilmente risulterebbe stucchevole.
    Eppure tocca nervi scoperti....

    RispondiElimina
  2. Mai stucchevole.Mai scontato.A volte cinico.Ma sempre delicato.
    Le parole a cui pensi,lui le ha già scritte.
    Forse ci somiglia un pò.

    RispondiElimina