lunedì 23 aprile 2012

Piazza dell'Amor Perfetto

E' sabato pomeriggio.Negli intricati e bui vicoli di Genova, tra barbieri ,drogherie , prostitute e musicanti mi ritrovo in questa piccola piazza ,a detta della targa, dell'amor perfetto. Ci sarà sicuramente una storia dietro,mi dico. Ho cercato; ho trovato.



Si narra che nell’estate del lontano 1502 il re di Francia Luigi XII giunse a Genova. La sua missione era di convincere dogi e nobili ad aiutarlo nella lotta contro la Spagna. Il primo rollo non era ancora stato redatto, ma forse una forma simile di ospitalità era già presente.

Il Re durante un ricevimento conobbe Tommasina con cui fu amore a prima vista. Re Luigi e Tommasina trascorsero l’intera serata a ballare, lanciandosi sguardi pieni di desiderio. Tra loro però ci fu solo questo, perchè il mattino successivo il re dovette ripartire.

Tommasina era sconvolta dal dolore dell’amore lontano cosicchè si rinchiuse in casa per non uscirne più. Passavano i mesi, trascorsero gli anni e Tommasina era sempre lì, a distruggersi d’amore per il suo Re.

Sperando in qualche modo di liberarla dalla prigione di dolore nella quale si era rinchiusa, la nutrice di Tommasina le diede la falsa notizia dell’imminente morte di Luigi XII; fu allora che accadde la tragedia: il cuore di Tommasina non ebbe la forza di reggere ad una nozia così tragica.

Tommasina morì.

Quando il Re tornò a Genova, questa volta da nemico, volle recarsi a vedere la casa dove Tommasina trascorse i suoi ultimi istanti, e rivolgendo lo sguardo verso una delle finestre della casa disse: “Avrebbe potuto essere un amor perfetto.”

Questo è il nome che quella piazza ha ancora oggi.



1 commento: